L’ottimizzazione degli eventi attraverso il pensiero espanso

Il videro originale é qui: Percepire come essere più utile per armonizzare la situazione mondiale

“Salve,

Esaminerò il processo dell’espansione del pensiero quando gli eventi che si verificano nel campo della percezione sono trasmessi simultaneamente nella realtà esterna entro la struttura del pensiero.

Per fare ciò bisogna percepire il controllo esterno rispetto a sé stessi in modo che il pensiero influenzi sia la struttura interna dell’azione dell’anima che gli eventi realizzati che derivano dal pensiero. La massa del pensiero si sviluppa in questo modo nella realtà esterna, che utilizza come struttura di espansione. Per ottimizzare i processi casuali in un controllo esterno in modo che la sequenza di azione , situata in un ambiente esterno, si manifesti in una forma unificata o in una sequenza combinata di azione di elementi dell’evento, occorre identificare l’elemento di controllo principale che influenza la sequenza dell’evento nella sua interezza o la sequenza dell’evento in cui ha luogo l’azione principale.

Poi, grazie ad un’azione mentale che consiste nel concentrarsi simultaneamente su sé stessi, sulla realtà esterna, sul mondo interno, sull’azione dell’anima, della mente e della coscienza, si distingue una sorta di punto di controllo simile ad un cono brillante che si sviluppa all’infinito dalla sua sommità rivolta verso il basso.

Essendo questo restringimento situato in alto, l’infinito sembra provenire da un campo iniziale molto distante alla sommità del cono, ma il cono non è chiuso per questo. Ciò che percepiamo come un raggio luminoso genera un’ottimizzazione del controllo nel modo seguente: il pensiero di controllo iniziale situato nella parte superiore si espande verso il basso. Lo sviluppo avviene quindi in senso inverso. Dal momento che si osserva un allargamento del raggio dall’alto verso il basso c’è una maggiore quantità di eventi nella parte inferiore.

Quando studiamo come la materia stessa si realizza a livello evolutivo, vediamo che le sue molteplici connessioni provengono da un unico ambiente in cui si verifica una sintesi di pensiero ed eventi. È da lì che la realtà si diffonde in dettaglio sul piano materiale.Grigori Grabovoï

Quando siamo in uno stato appropriato di controllo della realtà, la nostra coscienza è collegata al campo informativo o piano fondamentale della realtà. Questo stato ci permette di trasformare la nostra percezione in azione sulla realtà fisica per normalizzare o materializzare gli eventi. Sappiamo che tutti gli elementi esistono già, ognuno con un numero infinito di possibilità che si realizzano attraverso l’interazione di tutti gli elementi. E tutti i legami sono concentrati nel NUCLEO degli EVENTI nella nostra coscienza che ci dà una posizione privilegiata per controllare la realtà.

Pertanto, quando normalizziamo un evento, tutti gli eventi ad esso collegati si materializzeranno in una forma più benefica per tutti – grazie alle connessioni. Possiamo dire che l’insieme produce una catena virtuosa di eventi.

Al fine di ottimizzare la nostra capacità di governo, abbiamo bisogno di identificare l’evento principale della catena virtuosa nel campo dell’informazione.

Come identifichiamo questo evento principale?

Possiamo percepirlo negli impulsi che la nostra Anima emette in ogni momento alla nostra coscienza; possiamo percepirlo con la nostra intuizione.

Intuizione 489 611 094 892

Adattamento sensoriale: 498 016 714 213

Rivelazione: 50816121 0981

Poi porgiamo alla nostra Anima per esempio questa domanda: Come posso contribuire in modo più efficiente alla normalizzazione della situazione mondiale in questo momento? L’Anima può dare la sua risposta immediatamente o nel tempo che segue. Ci dirà quale azione intraprendere che provochi una catena positiva di eventi. Questa informazione é l’evento principale del nostro controllo.

Questa risposta è come un raggio luminoso che attraversa un cono che si allarga verso il basso. La punta del cono rappresenta l’evento principale. Il corpo del cono rappresenta sia l’allargamento del pensiero e anche la catena virtuosa degli eventi.

Ci sono molti vantaggi nel lavoro con la forma conica:

  1. Ci libera dal lavorare con un grande numero di elementi e connessioni, perché sono già inclusi nel cono .

  2. Ci propone di lavorare solo sull’evento principale che porterà a tutti gli eventi benefici come conseguenza.

  3. Aumenta l’efficacia del nostro controllo ampliando automaticamente il campo dei nostri pensieri.

Spesso abbiamo bisogno di materializzare o normalizzare alcuni eventi che sono i passi verso l’obiettivo finale del nostro progetto. Il cono rappresenta questa sequenza al contrario – noi controlliamo l’evento principale che controllerà tutti gli altri eventi fino all’obiettivo finale tutto da solo. Quindi lavorando sull’evento principale facciamo sì che si verifichino tutte le opportunità e le sincronie che permetteranno la regolare realizzazione del progetto finale a norma.


Trasmissione diretta di informazioni

Il punto di vista della Scienza dell’ Eden

Il termine Trasmissione Diretta di Informazioni é stato coniato dalla Scienza dell’Eden. Ascoltando e leggendo le opere di Grigori Grabovoï, le informazioni possono essere trasmesse in modo diretto – da Anima ad Anima.

Le opere di Grigori Grabovoï contengono un volume molto grande di luce informativa; potremmo dire che le sue parole sono Bio-segnali, capaci di influenzare la realtà e ricrearla a norma. Ecco perché la Trasmissione Diretta delle Informazioni é anche una tecnologia di controllo della realtà.

Generalmente esistono 3 modi o canali per trasmettere informazioni:

  1. La comprensione convenzionale delle parole con la nostra mente logica – dalla mente alla mente.

  2. La comprensione di informazioni implicite aggirando la mente razionale. Questo é fatto a livello emotivo e metaforico – da cuore a cuore.

  3. La trasmissione diretta di informazioni – da Anima ad Anima.

Naturalmente, i tre accadono sempre nello stesso momento. E possiamo scegliere, con la nostra intenzione e la nostra attenzione, quale canale vogliamo utilizzare. Per i primi due, dobbiamo ancora fare attenzione alle parole. Per utilizzare il terzo canale, non abbiamo bisogno di concentrarci e capire le parole, ci apriamo solo alle vibrazioni o ai campi, lasciamo che ogni parte di tutto il nostro essere venga toccata dalle vibrazioni. È come ascoltare la musica.

La trasmissione diretta di informazioni non ci insegna nulla, non fa che trasmettere una pura luce informativa. Poiché la nostra anima sa già tutto quello che c’è da sapere, questo canale ci spinge a ricordarlo.

Il punto di vista di Anastasia

Quando Anastasia chiese a Vladimir Megré di scrivere e pubblicare ciò che gli aveva insegnato, fu inizialmente piuttosto scettico. Disse di essere un imprenditore e non uno scrittore, e di non possedere né il talento né le qualifiche necessarie per fare un buon lavoro.

Anastasia gli spiegò che lei e lui erano legati ad un livello molto profondo e che – anche se avesse scritto quello che lei gli diceva con le sue parole – la vibrazione originale della sua Anima si sarebbe sempre irradiata attraverso i libri. E i lettori, non appena fossero aperti a questo, lo avrebbero sentito immediatamente e avrebbero reagito.

Ed è proprio quello che è successo. Leggendo i libri, si può avere l’impressione che Vladimir non sia un grande scrittore, ma non si cesserà di leggere i libri. C’è qualcosa in loro che sfugge a ogni logica. E in effetti, i libri si sono diffusi come un fuoco selvaggio, anche a livello internazionale.

Il punto di vista della Scienza del Plasma

Tutte le moltiplicazioni, tutti gli insegnamenti della Conoscenza Universale del Creatore, trovano naturalmente origine nell’Anima del Creatore. Poi vengono moltiplicati a valle da M Keshe e da tutti noi.

Tutti noi usiamo il linguaggio umano, che è costruito sulla mente logica. Ma allo stesso tempo, tutte le informazioni vengono dall’Anima e a questo livello rimangono intatte e non alterate, qualunque cosa accada. È quindi possibile che un insegnante a valle di M Keshe interpreti male qualcosa, intenzionalmente o inconsciamente. Ma nonostante ciò, il messaggio rimane inalterato a livello dell’Anima e si irradia nella sua bellezza e purezza originaria.

Ogni pezzo di conoscenza è trasmesso simultaneamente su 3 livelli, ogni livello ha la relativa propria intensità di campo:

  1. Il livello razionale del linguaggio e della logica umani, é spesso contaminato da credenze non edificanti della (in-) coscienza collettiva Questo é il livello di campo più basso, che contiene solo i bit di informazione che il mittente ha voluto comunicare. A questo livello le possibilità di malintesi sono molte.

  2. Il livello delle emozioni e delle immagini in cui sentiamo ciò che l’autore ha voluto dire. Questa é una forza di campo intermedia e la comunicazione é meno soggetta a malintesi.

  3. Il livello dell’Anima é “il regno della verità” e tutto ciò che contiene é a norma. E’ qui che troviamo la mssima intensità di campo e non possono esserci malintesi. In fondo, non c’é nemmeno comunicazione lì, ma una comunione in cui tutto il sapere del Creatore é a nostra disposizione simultaneamente.

Il punto di vista di Osho

Osho paragona una parola umana a un fenomeno naturale come il canto di un uccello o la melodia di una cascata. Descrive la comunicazione verbale come una trasmissione di senso, mentre il canto di un uccello trasmette il significato.

Il senso è legato alla mente razionale e contiene solo la quantità di informazioni che vogliamo comunicare. Il significato, dal canto suo, comunica l’evento dell’uccello nel suo ambiente, comprese tutte le interazioni che vi si svolgono. Potremmo dire che il canto dell’uccello è l’espressione di tutte le interazioni di questo evento sul piano emozionale e materiale.

Poi Osho ci dice che i suoi discorsi si svolgono simultaneamente su questi due piani; abbiamo quindi la scelta di accontentarci delle briciole a livello della mente razionale o di partecipare all’espressione totale della vita nel momento presente.

Per capire il significato, dobbiamo concentrarci, dobbiamo fare uno sforzo. Invece, per essere impregnato dell’espressione della vita, del significato, non è necessario alcuno sforzo particolare. Il canale del significato è interattivo – ascoltando, partecipiamo. In questo modo possiamo vivere l’intera esperienza a tutti i livelli. Osho dice: Non ascoltate le mie parole, ma rilassatevi e ascoltate il silezio tra le mie parole.

Ed è ovvio che abbiamo bisogno di un sacco di scioltezza e molta fiducia per essere aperti a questa straordinaria possibilità di assorbire la conoscenza.


Scienza e poesia?

Parte della concentrazione collettiva di Hélène Laporte in francese: La parole créatrice et le concept de vie éternelle. Potete trovare il video originale qui.

La realtà è una proiezione della nostra coscienza e ogni elemento del nostro mondo interiore ha un riflesso corrispondente nel mondo esterno – questo alto, quello basso.

La nostra Anima è come un musicista che suona melodie in armonia con tutti gli elementi del mondo. La nostra Anima è un artista ispirato al livello fondamentale della realtà. E possiamo sentire l’eco delle sue melodie sul piano fisico della realtà.

La nostra coscienza non ha ancora il talento della nostra Anima. Non può ancora comporre come lei. È per questo che ascolta l’eco della sua melodia nel mondo fisico e cerca di riprodurre la partitura a orecchio. A volte facciamo degli errori, ma ci evolviamo e miglioriamo ogni giorno.

La nostra coscienza è fondamentalmente capace di elaborare la stessa quantità infinita di informazioni della nostra Anima. E questo stato di coscienza molto elevato, Grigori Grabovoi lo chiama vita eterna o stato di eternità.

Infatti, la parola eternità e la parola vita eterna sono la vibrazione messa in parole che corrisponde a questo stato di coscienza completamente strutturato. In questo stato possiamo rimaterializzare il nostro corpo in qualsiasi momento al suo pieno potenziale. Per fare questo la nostra coscienza tiene conto di tutti i parametri di ogni elemento del mondo intero e di tutti i legami tra loro in ogni momento.

Con una coscienza completamente strutturata, siamo in grado di materializzare tutto immediatamente. Pensiero e azione sono allora una cosa sola. Saremo in grado di creare istantaneamente tutto ciò che è necessario per il nostro sviluppo armonioso.

L’eternità è la versione fondamentale del mondo e lo stato di coscienza che permette la sua materializzazione.

Per materializzare questo nuovo stato di coscienza in noi stessi, ma anche per tutta l’umanità, dobbiamo sostituire la vibrazione che abbiamo associato a questi termini con la vibrazione fondamentale che corrisponde ad essi. Dobbiamo attualizzare l’informazione nella coscienza collettiva.

Questo è lo stesso metodo delle sequenze numeriche. Concentrandoci sulla vibrazione dei numeri, creiamo nella nostra coscienza la luce informativa dell’elemento corrispondente alla norma. E ripetendo le sequenze di numeri, creiamo questa forma di vibrazione nei nostri pensieri; e la nostra coscienza impara a generare essa stessa questa vibrazione affinché possa poi materializzarsi nella nostra realtà.

Allo stesso modo in cui usiamo le sequenze numeriche, possiamo usare la vibrazione di una parola. La meditazione del giorno, alla fine di ognuno dei 31 giorni di pratica, è una tecnologia verbale per controllare la nostra realtà.

Questo significa che l’associazione di parole scelta dall’autore permette alla nostra coscienza di connettersi alla vibrazione che corrisponde a quel livello superiore di coscienza. Questo ci permette non solo di espandere la nostra coscienza, ma anche di raggiungere più facilmente i nostri obiettivi armonizzando la vibrazione degli eventi legati a questi obiettivi.

Nella nostra società, i campi della scienza, della spiritualità e dell’arte, così come tutti gli altri campi della società in generale, sono compartimentati. È difficile immaginare uno scienziato che usa la poesia per migliorare le capacità spirituali dell’uomo, eppure è esattamente quello che fanno Grigory Grabovoy e MT Keshe. Collegano la scienza, la spiritualità, la poesia, ma anche tutti gli altri settori della società, perché tutto è collegato, tutto è uno.

La parola poesia viene dal greco e significa creazione. Qui troviamo di nuovo la capacità creativa della parola. Le parole sono simboli che, se usati consapevolmente, possono aiutarci a cambiare la nostra realtà e a sostenere il nostro sviluppo.

Vi invito ora a prepararvi e a fare ciò che è giusto e buono per voi per rilassarvi.

E potete, se volete, pensare ad un evento che volete realizzare o armonizzare nella vostra vita.

Lasciate quindi che le parole scelte dall’autore vi tocchino nel profondo del vostro essere. Permetti alle vibrazioni di trasformare il tuo mondo interiore e poi di toccare e cambiare la tua realtà esterna. Lascia che questa poesia attiva ti trasformi.

Ecco la meditazione per il nono giorno:

Vedi che questo mondo è l’essenza dell’universo, e capirai che tutto ciò che esiste in natura, piante, persone, animali, tutte le molecole, tutto ciò che è esistito e non ancora creato, tutto ha la sua origine in Dio.

Ci rivela il meccanismo della creazione.

Osservando come tutto è stato creato, si diventa capaci di creare tutto da soli.

Arriva a questa comprensione dalla profondità originale del tuo sé, vedendolo espandersi con tutto l’universo e diventare un mondo a sé. Voi siete il mondo. Voi siete la realtà.

Guardatevi dal punto di vista di tutto il mondo, di ogni essere e di voi stessi, e capirete che vedete con la vostra Anima. Ti permette di vedere il mondo così com’è. In questo modo potete cambiarlo se necessario e far nascere il mondo di cui avete bisogno per raggiungere l’eternità.

Se guardi il mondo in questo modo, non andrai mai fuori strada: inizia con te stesso, guarda dentro e fuori.

Grigori Grabovoï


Come rendere i nostri propositi di Capodanno una realtà

Il video originale é qui (solo in francese)

Questo insegnamento di Hélène Laporte ci lascia approfittare della consuetudine di enunciare buone intenzioni o risoluzioni per il nuovo anno. Per questo usiamo le sequenze numeriche create da Grigori Grabovoï.

E’ importante in quale stato d’animo si fa la lista. Il migliore è lo stato di controllo della realtà, perché ci si vuole connettere all’Anima che ci fornirà gli obiettivi – e non alla mente con la sua coscienza non strutturata, i suoi desideri e le sue paure.

Preparazioni

Prima di fare la lista, suggerisce di preparare 5 fogli per le 5 aree importanti della vostra vita. Le sequenze numeriche proposte possono aiutarci a sintonizzarci in ogni area:

  1. foglio: Sfera Familiare e delle Relazioni
    Questa sfera riguarda tutto il campo relazionale compreso il rapporto con sé stessi, famiglia, coppia, amici ecc…
    Relazioni armoniose: 814 418 719
    Norma relazioni: 591 718 9181419

  2. foglio: Sfera Economica
    il livello materiale della nostra vita
    Sviluppo eterno attraverso la sfera economica 289 471 314917

  3. foglio: Sfera Psicologica e sviluppo spirituale
    Respingimento 59871798139
    Motivo inconscio 4986143197
    Normalizzazione delle paure 498 712 819 48
    Resistenza dell’inconscio 548491698719
    Felicità 28 7 741
    Amore eterno 888 912 818848
    Auto-realizzazione 319612 719849
    Auto-trascendenza 9148142

  4. foglio: Sfera della vitalità e del benessere nel corpo fisico
    Organismo umano nel complesso 419 312 819 212
    Energia 918 09814

  5. foglio: Sfera di servizio al collettivo
    Altruismo 498717319887
    Salvezza globale ed eterno sviluppo armonico per tutti 319817318

Poi ogni foglio contiene gli stessi quattro temi che seguono:

  1. Tema: Gratitudine
    In questo ambito, quali sono gli sviluppi positivi e i momenti incoraggianti che ho vissuto in questi ultimi mesi; momenti per i quali mi sento grato?
    Felicità 28 7 741
    Amore eterno 888 912 818848
    Amore inibito (se non si sente gratitudine) 219888 412 1298018

  2. Tema: Elementi o progetti da attuare
    In questo campo, quali sono gli elementi da sviluppare o stabilizzare nella mia vita?
    Concretizzazione 48916171891
    Organizzazione 419875

  3. Tema: Schemi ricorrenti da normalizzare
    Osservo nella mia vita schemi o comportamenti ripetitivi, non edificanti o esperienze emotive ricorrenti?
    Respingimento 59871798139
    Motivo inconscio 49861431971

  4. Tema: Resistenza
    Cosa mi impedisce di espandermi senza limiti?
    Normalizzazione delle paure 489 712 819 48
    Resistenza dell’inconscio 548491698719

puoi trovare i fogli di lavoro e scaricarli qui

Una volta preparati i 5 fogli, ognuno con i 4 temi, possiamo iniziare a riempirli. Per fare questo, come abbiamo già detto, é importante mettersi in uno stato adatto al controllo della realtà in modo di avere le risposte dalla nostra Anima e non dalla nostra mente.

E’ bene scegliere il momento giusto e non esitare a ripetere il processo ogni volta che sembra necessario – creare la lista é la parte più importante del processo!

Il riempimento

E’ bene prendersi il proprio tempo e stare attenti a non procrastinare. Si può scegliere un lasso di tempo che si adatti a noi – esempio 15 minuti ogni giorno. Ci si può muovere su un altro foglio se ci si sente bloccati in un’area.

Ecco una proposta su come strutturare il lavoro di riempimento:

  1. Centrarsi
    Mi metto in uno stato di controllo della realtà; faccio ciò che é giusto e buono per rilassarmi…

  2. Connettersi
    “Entro in risonanza con la mia Anima, con l’Amore e con tutto ciò che é.
    Concentrazione 51849131914
    Cammino di Vita 59879814951
    Obbiettivi 594817398614892
    Comprensione 8161210981
    Formazione degli obbiettivi 818 91894816481
    Intenzione 419314 819 4
    Contatto con l’Anima 59806129131988

  3. Compilare il foglio
    Questa parte può essere approfondita perché le informazioni possono arrivare nei giorni successivi. Fate attenzione che gli obbiettivi e le risposte non arrivino dalla mente ma dall’Anima!

  4. Uscire dalla pratica
    Non mi chiedo troppo; posso fermare questa concentrazione per continuare facilmente in un altro momento.

Cerca le sequenze numeriche

Cerca le sequenze numeriche in riferimento ai tuoi obbiettivi. Trova un motore di ricerca e altri documenti nella sezione “File” del gruppo facebook Science of Eden. O un elenco (lavoro in corso) sul sito Plasma-Laurentides. Inserire le sequenze sul foglio appropriato.

Lavoro di normalizzazione

Per lavorare realmente sui nostri progetti, possiamo seguire questa sequenza per esempio:

  1. Ci mettiamo nello stato appropriato di controllo della realtà

  2. Prendiamo un progetto su cui lavorare e vi poniamo la nostra attenzione. Visualizziamo l’argomento così com’é, come un osservatore esterno.

  3. Recitiamo le sequenze numeriche mentre pensiamo al nostro progetto.

  4. Lavoriamo sul progetto fino a che otteniamo risultati nel sentimento o/e nella sua realtà vissuta.